Rallentare fa bene, oggi è la giornata della lentezza

Rallentare i ritmi  e prendersi del tempo puo’ aiutare a combattere stress, ansia e senso di disagio. E’ quello che gli esperti suggeriscono oggi in occasione della Giornata della Lentezza.

“Trovare un momento da vivere con Lentezza, e’ fondamentale per orientarsi verso gli obiettivi della giornata e capire quali azioni intraprendere in futuro”,  spiega Marina Osnaghi, prima Master Certified Coach in Italia.

“Mediante la Lentezza – ha continua – possiamo esplorare quello che ci succede qui e ora, incentivando il cervello a capire cosa sta accadendo, a focalizzare le forze con maggiore efficacia e a costruire piani di azione logici che portino soluzioni concrete. Sono solo 5 minuti di Lentezza, ma sono decisivi per il resto della giornata”.

13062082_1008751569213274_1537589318147032314_n

Foto LudVale

E’ proprio il cervello ad aver bisogno di momenti di “Lentezza“, per riconnettersi e focalizzare i target del futuro prossimo. “Nel fare questo – dice Osnaghi – ci sono attitudini differenti; le donne hanno spesso una attitudine naturale, grazie alle proprie doti emotive; l’uomo invece si comporta in maniera a volte differenti, dato che gli ormoni che interferiscono coi segnali di paura prodotti dal cervello li portano a essere piu’ impulsivi ed interventisti nell’immediato. E’ il testosterone infatti a inibire questi segnali di paura diretti all’amigdala, ricevuti invece dalle donne grazie agli estrogeni. Gli studi della neuropsichiatra americana Louann Brizendine hanno dimostrato pero’ che questo gap puo’ essere colmato dagli individui grazie all’apprendimento”.

13164426_1017002051721559_8405589588233777482_n

Foto Ludvale

Una tesi confermata anche da studi scientifici internazionali. Un’indagine pubblicata sul New York Times infatti dimostra come basti rallentare e modulare il proprio respiro per sentirsi meglio: Chris Streeter, professore di neurologia alla Boston University, ha infatti scoperto che bastano pochi minuti di meditazione per diminuire significativamente i sintomi depressivi e aumentare i livelli di acido gamma-aminobutirrico, un ormone con effetto calmante.

Seguici su:

Pin It on Pinterest